Il Comune di Sarzana emana bando per attivare una dote alimentare da spendere presso l’Emporio della Solidarietà. Domande entro il 1° dicembre

SARZANA 19.11.2020   _  Con determinazione n.965 il dirigente dell’area amministrativo-contabile Giuliano Caso ha approvato il bando per “l’attivazione di una dote alimentare da poter utilizzare per l’acquisto di una spesa nell’ambito di un paniere di generi alimentari predefinito presso l’Emporio della Solidarietà”. Per dote alimentare si intende l’assegnazione di un determinato numero di “punti” da spendere presso il servizio gestito dalla Caritas  Diocesana e cofinanziato dalla Fondazione Carispezia: si tratta di una misura adottata per rendere l’Emporio della Solidarietà fruibile al maggior numero di persone. “L’ottenimento dei punti spesa – si legge nel bando del Comune di Sarzana Distretto Sociale 19 Val di Magra Ambito Territoriale Sociale ATS 69 - deve configurarsi non solo come sostegno al mantenimento, ma anche come accompagnamento a una progettualità più ampia tesa a riattivare il soggetto interessato verso una propria autonomia e indipendenza, anche di tipo economico”. La procedura per l’assegnazione di punti spesa avverrà nell’ambito di un limite di budget complessivo predefinito  annualmente,  e pertanto verrà definita una graduatoria di aventi diritto sulla base di criteri di valutazione individuati. Per l'anno 2020 il Comune di Sarzana ha finanziato la misura  stanziando a Bilancio 16mila 485,60 euro. Come detto, a ogni beneficiario ammesso in graduatoria verrà assegnata una dote alimentare costituita da un numero di punti spesa mensili da impiegare come stabilito nel piano di intervento definito con l’assistente sociale, nel rispetto di quanto previsto dal protocollo d’intesa sottoscritto dal Comune per la gestione del progetto “Emporio della Solidarietà”. Fra i criteri di accesso definiti nel bando per la presentazione delle domande è previsto un ISEE pari o inferiore a 7mila500 euro. Un’apposita commissione, per la valutazione delle istanze e per monitorare l’andamento dei progetti di intervento, si riunirà ogni mese; la durata della dote alimentare può variare da uno a sei mesi mentre la  distribuzione degli alimenti, presso l’’Emporio della Solidarietà di Sarzana, avverrà a cura del personale della Cooperativa Sociale La Piccola Matita di Caritas Diocesana. Il Comune di Sarzana elaborerà la graduatoria degli aventi diritto, assegnando il punteggio secondo i criteri prestabiliti nel bando, compresa la presenza nel nucleo familiare di minori o disabili.  
Le domande, su apposito modulo che può essere reperito presso l’URP o scaricato dal sito www.comunesarzana.gov.it , dovranno pervenire entro le ore 12.00  del 1° dicembre al protocollo del Comune di Sarzana.